Destinazione e ripartizione del 2‰a favore di formazioni politiche

Anche i contribuenti esonerati dalla dichiarazione dei redditi possono assegnare la loro quota presentando l’apposita scheda compilata e firmata all’Agenzia delle Entrate
Abolito il finanziamento pubblico ai partiti, con il Dpcm del 28 maggio, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di ieri, sono stati definiti i criteri di ripartizione e le modalità attraverso le quali i contribuenti possono destinare il 2‰ della loro Irpef a una formazione politica. Il sistema ha preso il via dalle dichiarazioni 2014.

…read more

Walter Rotondaro

Walter Rotondaro - Dottore Commercialista, Chartered Accountant in Inghilterra e Galles, Expert Comptable in Lussemburgo