RSS Multi Importer

Prevenire e contrastare l’evasione:le linee guida per l’anno 2014

L'Agenzia definisce il piano d'azione distribuendo compiti a strutture locali, provinciali e regionali, in direzione di una maggiore collaborazione tra uffici e contribuente
Attenzione ai comportamenti più gravi, tralasciando irregolarità formali o di scarsa rilevanza in termini di gettito. Maggior coordinamento tra le strutture nazionali e cooperazione con le amministrazioni estere. Analisi del rischio per ogni macro-tipologia di contribuenti. Sono alcuni degli indirizzi della circolare 25/2014.
...read more

Commenti disabilitati su Prevenire e contrastare l’evasione:le linee guida per l’anno 2014

On line le specifiche tecnicheper il modello “Imu Tasi Enc”

Non manca più nulla per la trasmissione ai Comuni della dichiarazione relativa agli immobili di proprietà delle organizzazioni che svolgono attività senza fini commerciali
Approvato il modello, ecco disponibili anche le specifiche tecniche per la sua trasmissione. Stiamo parlando della dichiarazione Imu/Tasi degli enti senza scopo di lucro. La prima scadenza per utilizzarle è il 30 settembre e riguarda gli anni 2012-2013, il termine ordinario è fissato per il 30 giugno. Il via libera con il decreto Mef del 4 agosto.
...read more

Commenti disabilitati su On line le specifiche tecnicheper il modello “Imu Tasi Enc”

Servizio di vigilanza delle navi.Una prestazione non imponibile

Non si applica l'Iva sull'attività di controllo e protezione dei mercantili battenti bandiera italiana in transito negli spazi marittimi internazionali a rischio pirateria
Niente Iva per il servizio di vigilanza armata che garantisce la sicurezza delle navi mercantili, del loro carico e dell'equipaggio, durante la navigazione in alto mare. La prestazione è riconducibile fra quelle “direttamente destinate a sopperire ai bisogni delle navi”, non imponibili a Iva. A chiarirlo la risoluzione n. 79/E.
...read more

Commenti disabilitati su Servizio di vigilanza delle navi.Una prestazione non imponibile

Art-bonus a sostegno della cultura.Dall’Agenzia i primi chiarimenti

Per usufruire del credito di imposta le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente in denaro, tramite banche, uffici postali, carte di credito e assegni
Le linee guida del credito di imposta per le donazioni a sostegno della cultura. Dagli interventi che danno accesso al bonus ai soggetti beneficiari, dalle percentuali di fruizione all'utilizzo. Con la circolare n. 24/E, l'Agenzia fornisce un quadro sull'Art-bonus, la misura finalizzata a favorire il mecenatismo culturale.
...read more

Commenti disabilitati su Art-bonus a sostegno della cultura.Dall’Agenzia i primi chiarimenti

Tris di causali e un codice tributoper enti bilaterali e Monopoli

Le prime indirizzano i contributi corrisposti dai datori di lavoro ai loro legittimi destinatari, il secondo è per il versamento all'Erario delle somme non messe in “gioco”
Ebas”, “Ebip” e “Asim”, sono il terzetto di causali istituite per dirottare, tramite F24, i contributi nelle casse di spettanza. Debutta, inoltre, il codice tributo 5380, che va inserito nel nell'F24 Accise, per versare ai Monopoli di Stato il saldo dei conti di gioco “fermi” da tre anni (risoluzioni 75/E, 76/E, 77/E e 78/E).
...read more

Commenti disabilitati su Tris di causali e un codice tributoper enti bilaterali e Monopoli

Deducibili le erogazioni liberaliridistribuite dalla Fondazione, ma…

Le condizioni sono che i terzi beneficiari operino senza scopo di lucro e per il perseguimento delle finalità di interesse sociale e culturale previste dalla norma agevolativa
I contributi versati a una Fondazione senza fini di lucro sono deducibili dal reddito d'impresa, ma, attenzione, quando la stessa Fondazione “gira” il finanziamento a una Srl, che svolge un'attività commerciale, salta sia la finalità etica alla base dell'agevolazione sia la deduzione (risoluzione n. 74/E del 29 luglio).
...read more

Commenti disabilitati su Deducibili le erogazioni liberaliridistribuite dalla Fondazione, ma…

Cancellazione ipoteche on line:pronta la via della comunicazione

Dall'inizio del prossimo anno sarà l'unica strada percorribile, ma, fino ad allora, gli enti creditori tenuti all'adempimento potranno utilizzare le modalità già collaudate
Disponibili, sul sito delle Entrate, le specifiche tecniche per la trasmissione telematica della comunicazione attestante l'avvenuta estinzione del mutuo, che banche, intermediari finanziari, enti previdenziali dovranno utilizzare dall'1 gennaio 2015, ai fini della cancellazione delle ipoteche (provvedimento del 29 luglio).
...read more

Commenti disabilitati su Cancellazione ipoteche on line:pronta la via della comunicazione

Stock option estere e quadro RW:le indicazioni per non sbagliare

I chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate per assolvere correttamente l'adempimento dichiarativo, ora previsto sia ai fini del monitoraggio fiscale sia per liquidare Ivafe e Ivie
Niente quadro RW per le stock option su azioni estere con clausola “Exercise and sell”. Compilazione obbligatoria, invece, per le azioni estere acquisite tramite l'esercizio di stock option, anche se le azioni sono state cedute, in tutto o in parte, contestualmente all'esercizio. Sono alcune delle precisazioni della risoluzione n. 73/E.
...read more

Commenti disabilitati su Stock option estere e quadro RW:le indicazioni per non sbagliare

Rimborsi Iva “supersonici” per i mezzi di trasporto spaziali

La richiesta per la restituzione dell'imposta a credito potrà essere inoltrata, dai nuovi contribuenti interessati, a partire dal terzo trimestre 2014, tramite il modello Iva TR
I fabbricanti di aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi entrano nella rosa degli operatori legittimati a ottenere in via prioritaria, entro tre mesi dalla richiesta, il rimborso dell'eccedenza Iva detraibile. Il Dm 10 luglio 2014, che li ammette ad accedere a questa possibilità, è nella Gazzetta Ufficiale del 24 luglio.
...read more

Commenti disabilitati su Rimborsi Iva “supersonici” per i mezzi di trasporto spaziali

Più sanzioni per il lavoro nero,ecco il codice ad hoc per riversarle

Andrà indicato nel modello F23. I maggiori introiti saranno indirizzati verso i “contenitori” creati esclusivamente per lo sviluppo e la tutela dell'occupazione
Un codice tributo a sfondo sociale, il 79AT. Serve, infatti, a far confluire le maggiori sanzioni amministrative dovute per violazione delle norme in materia di lavoro sommerso e irregolare e di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, in un apposito fondo per l'occupazione e la formazione (risoluzione 70/E).
...read more

Commenti disabilitati su Più sanzioni per il lavoro nero,ecco il codice ad hoc per riversarle